F1 | GP Austria: Verstappen rompe il dominio Mercedes

L'olandese vince di prepotenza su Leclerc: episodio all'ultimo giro sotto investigazione

F1 | GP Austria: Verstappen rompe il dominio MercedesF1 | GP Austria: Verstappen rompe il dominio Mercedes

Si è concluso da poco il Gran Premio d’Austria. Il vincitore è stato Max Verstappen, che rompe così il dominio della Mercedes dopo otto gare. La sua vittoria al momento è ancora sotto investigazione per il contatto su Charles Leclerc all’ultimo giro. L’olandese in fase di sorpasso ha costretto il monegasco ad andare fuori pista alla curva 3.

Completa il podio la Mercedes di Valtteri Bottas, quarto tempo per Sebastian Vettel che riesce a superare nelle fasi finali Lewis Hamilton. Sesto tempo per un bravissimo Lando Norris, che precede Pierre Gasly e Carlos Sainz autore di una rimonta super; chiudono la top 10 le Alfa Romeo di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

Prima sconfitta della Mercedes, la Ferrari aveva la vittoria in tasca, ma oggi Max Verstappen era molto agguerrito, voleva regalare alla Red Bull la vittoria in casa. Non è ancora chiaro quello che ha deciso la FIA. Nel frattempo, rivediamo quello che è accaduto con il recap della gara!

Cronaca – Temperature piuttosto alte sul Red Bull Ring con 33,5° nell’aria e 51,5° sull’asfalto. Dopo il giro di formazione, i piloti si schierano in griglia di partenza. Molti piloti partono con le medie, hanno la soft: le Ferrari, le Alfa Romeo, Pierre Gasly, Kevin Magnussen e Lando Norris. Nessuno con la Hard.

Pronti e via! Buono spunto di Leclerc che si mette subito al comando, Hamilton insegue in seconda posizione. Verstappen perde tante posizioni, brutta partenza per l’olandese. Vettel è già nella lotta con Raikkonen e Norris.
Leclerc è una furia, nel secondo giro fa suo il giro veloce in 1:09.282. Nel quarto giro, Vettel passa Norris per la quinta posizione ma il pilota della McLaren prova a difendere la posizione.

Il tedesco supera anche Kimi Raikkonen nel sesto giro. Verstappen in lotta con Norris e lo supera nel giro successivo per la sesta posizione.
La FIA comunica che Kevin Magnussen è sotto investigazione in quanto era fuori dalla sua posizione in griglia di partenza. Nel nono giro, Verstappen supera anche Raikkonen e sale in quinta posizione. Bella lotta tra la Toro Rosso di Albon e la Haas di Kevin Magnussen al dodicesimo giro per la top 15. Ferrari comunica a Leclerc che vanno avanti con il “Piano A”, quindi nessun cambiamento alla SF90.

Kevin Magnussen dovrà scontare un drive through.
Nel 16esimo giro, Vettel si avvicina a Hamilton: solo tre decimi separano i due campioni del mondo. Il punto per il giro veloce al momento è di Verstappen, che nel giro 17 ha registrato un 1:09.252.

Giri record per la Ferrari nel 19esimo giro! 1:09.227 di Charles Leclerc ma meglio di lui fa Sebastian Vettel 1:09.073.
Al giro 22 pit stop per Bottas, rientra anche Vettel. Pasticcio nel pit-stop Ferrari, la gomma non era pronta. Nel giro successivo entra anche Charles Leclerc, Hamilton diventa leader con il giro record 1:08.842.

Al giro 29 Hamilton lamenta una perdita di carico anteriore, in quanto deve aver danneggiato l’ala. Verstappen ora è secondo, a sei secondi dall’inglese.
Nel 30esimo giro, Mercedes chiama Hamilton ai box, cambio ala anteriore, rientra quinto. Verstappen ora è leader a +7 secondi su Leclerc. Al 32esimo giro, Verstappen al pit-stop, Leclerc ritorna leader.
Giro 38, Leclerc ottiene il giro record in 1:08.344. Verstappen lo ottiene nel giro 43 in 1:09.317 e diminuisce il distacco da Vettel.

Nel giro 50, Verstappen riesce a sorpassare Vettel. Pit-stop Vettel, gomma rossa, Hamilton guadagna una posizione.
Davvero notevole la rimonta di Sainz dall’ultima posizione all’ottava. Giro veloce di Vettel in 1:07.787. Tensione alla Red Bull con Verstappen che lamenta un calo di potenza, tutto sistemato perché nel giro 56, l’olandese supera Bottas.

Nel giro 59, giro record di Verstappen in 1:07.766, Vettel è a 4,5 secondi da Hamilton.
Nel 61esimo giro, l’olandese detta ancora il ritmo gara con 1:07.475.
Buona gara anche per l’Alfa Romeo con entrambe le vetture in top 10.
Nel 62esimo, Verstappen riduce il distacco da Leclerc. 4 secondi che poi diventeranno 2,9 nel giro successivo.

Arriviamo al giro 69, Verstappen si prende la prima posizione, costringendo Leclerc ad andare fuori pista. Sebastian Vettel ha la meglio su Lewis Hamilton per la quarta posizione.
Si arriva così alla bandiera a scacchi ma l’episodio ricordiamo che è ancora under investigation.

I risultati del Gran Premio d’Austria

Pos. N. Pilota Team Tempo
1 33 M. Verstappen Red Bull 1:22’01″822
2 16 C. Leclerc Ferrari + 2″724
3 77 V. Bottas Mercedes + 18″960
4 5 S. Vettel Ferrari + 19″610
5 44 L. Hamilton Mercedes + 22″805
6 4 L. Norris McLaren + 1 giro
7 10 P. Gasly Red Bull + 1 giro
8 55 C. Sainz McLaren + 1 giro
9 7 K. Raikkonen Alfa Romeo + 1 giro
10 99 A. Giovinazzi Alfa Romeo + 1 giro
11 11 S. Perez Racing Point + 1 giro
12 3 D. Ricciardo Renault + 1 giro
13 27 N. Hulkenberg Renault + 1 giro
14 18 L. Stroll Racing Point + 1 giro
15 23 A. Albon Toro Rosso + 1 giro
16 8 R. Grosjean Haas + 1 giro
17 26 D. Kvyat Toro Rosso + 1 giro
18 63 G. Russell Williams + 2 giri
19 20 K. Magnussen Haas + 2 giri
20 88 R. Kubica Williams + 3 giri

F1 | GP Austria: Verstappen rompe il dominio Mercedes
Vota questo articolo

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login