F1 GP Brasile: la gara in diretta (live e foto)

Live timing e commento da Interlagos

F1 GP Brasile: la gara in diretta (live e foto)F1 GP Brasile: la gara in diretta (live e foto)

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel ancora una volta uno a fianco all’altro, pronti a scattare dalla prima fila sulla griglia di partenza di Interlagos. Il britannico neo Campione 2018 ha strappato la pole position del GP del Brasile al tedesco della Ferrari, che allo spegnersi dei semafori potrebbe però subito avvantaggiarsi grazie alla partenza su gomma soft, strategia questa condivisa anche dal compagno di box Raikkonen, mentre tutti i restanti inquilini della top ten partiranno con le supersoft.

Giunti al penultimo appuntamento in calendario, rimane ancora da assegnare il titolo Costruttori, con Mercedes al momento in vantaggio sulla Ferrari di 55 lunghezze. La battaglia tra i due colossi del Circus non si arresta dunque, mentre la Red Bull questa volta potrebbe avere qualche difficoltà in più ad occupare i piani alti. Ricciardo, che in questa occasione ha montato la sesta PU Renault sulla sua RB14, è stato retrocesso di cinque posizioni e partirà undicesimo. Quinta piazza invece per Verstappen, alle spalle di Bottas e Kimi, mentre dietro di lui Ericsson, Leclerc, Grosjean, Gasly e Magnussen chiudono la top ten. Qui la griglia di partenza al completo.

Per questa gara, dove c’è il 60% di probabilità che arrivi la pioggia nella prima parte della corsa, il fornitore unico Pirelli ha selezionato le mescole medium, soft e supersoft.

Diretta a partire dalle ore 17.55

Se volete rivivere la gara, ecco qui il nostro report! Ci si vede ad Abu Dhabi per il gran finale!

Giro 71 Lewis Hamilton vince il GP del Brasile! La Mercedes alza la coppa del mondo Costruttori per la quinta volta consecutiva! Sul podio anche Verstappen e Raikkonen

Giro 69 Ultimi due giri: 1.6s il gap tra i primi due, mentre Ricciardo è vicino a Kimi ma non riesce a prenderlo
Giro 66 “Datemi le bandiere blu!”, urla Hamilton in radio, alle prese con i doppiati e inseguito da Verstappen. Mancano solo cinque giri…

Giro 64 Intanto arriva una doppia investigazione per i piloti McLaren, entrambi hanno ignorato le bandiere blu che sventolano per i doppiati a quanto pare
Giro 63 Raikkonen vede Ricciardo avvicinarsi minaccioso: l’australiano sa segnare il GPV, 1:11.343, e si porta a 2 secondi da Kimi. 2.8s invece il distacco tra Hamilton e Verstappen, con l’olandese in fase di recupero sul britannico
Giro 60 Bottas ai box, gomma gialla per lui
Giro 59 Sorpassone di Ricciardo su Bottas! Quarto posto ora per la Red Bull, che punta alla Ferrari di Kimi ora. Ocon sconta intanto la sua penalità. Dai box Ferrari hanno fatto sapere che il secondo pit stop di Vettel è stato necessario per risolvere problemi di guidabilità, non di gomme
Giro 58 Arrivano dieci secondi di stop&go per Ocon intanto, colpevole dell’incidente con Verstappen
Giro 56 Verstappen si sta avvicinando a Hamilton intanto: l’olandese ha abbassato il distacco a 3.7s
Giro 55 Pronti anche i meccanici Mercedes, ma è una finta
Giro 54 Ma Vettel rientra ai box e monta la gomma rossa. Evidentemente non era possibile aumentare il ritmo con le soft
Giro 52 Venti giri dalla fine: Hamilton è al comando con Verstappen a 4.4s. Poi seguono Raikkonen Bottas Ricciardo Vettel Leclerc Grosjean Magnussen e Perez
Giro 51 A Vettel chiedono se possa andare un po’ più forte, altrimenti potrebbero pensare di cambiare strategia. Ma Vettel risponde che ci sta provando
Giro 49 Verstappen continua a girare ma ha il fondo un po’ danneggiato. Intanto Hamilton dice di avere problemi alla sua PU. Pare ci sia stata una perdita di olio prima di andare in griglia, ma non dovrebbe essere un problema che si ripresenta ora, dopo così tanti giri
Giro 46 Ricciardo si lancia su Vettel e gli strappa la quinta piazza. Intanto il contatto tra Ocon, finito sedicesimo, e Verstappen è finito sotto investigazione. Il pilota Force India l’ha fatta bella grossa questa volta…

Giro 45 Ocon era doppiato ma ha tenuto duro sul sorpasso della Red Bull come se fossero in gara! I due si toccano e Verstappen finisce in testacoda, riuscendo a tornare in pista, per fortuna secondo, ma perdendo la leadership ai danni di Hamilton
Giro 44 Ma c’è una Red Bull fuori! Con una Force India sull’altro lato della pista, ferma a sua volta. Kimi intanto ha passato Bottas
Giro 43 Ricciardo ci prova ma Vettel resiste e un pochino accompagna fuori l’australiano, che ora deve riprovarci, ancora alle spalle della SF71-H
Giro 42 Ricciardo punta dritto su Vettel, mettendo a segno il GPV: 1:11.608. C’è un sensore sulla monoposto di Vettel dal quale il muretto box dell Ferrari non riesce a leggere i dati, influenzando così la gara del tedesco
Giro 41 Venti giri alla fine, con Ricciardo che si è fermato ai box riconsegnando la leadership a Verstappen. Ora la Red Bull è inseguita da Hamilton Bottas Kimi Vettel Ricciardo – passato alle soft – Magnussen Leclerc Grosjean e Hartley
Giro 40 E alla S di Senna è Verstappen a sfilare per primo, ma Hamilton non ci sta e lo insegue di nuovo… ce la farà a riprendersi la posizione? Ricordiamo che la Mercedes è con le medium
Giro 39 Cinque invece i decimi che separano Hamilton, secondo, e Verstappen alle sue spalle. Via radio gli ricordano che avrà due al massimo tre giri per prendersi la posizione sul britannico
Giro 38 Il finlandese della Ferrari ora è a 4 decimi da Bottas, si avvicina sul finire del rettilineo ma non riesce ancora ad acciuffarlo. I due finlandesi ora se la devono vedere anche con i doppiati. Bottas passa Alonso che però non lascia passare Kimi…
Giro 35 Raikkonen è più veloce di Vettel, che lascia così la porta aperta al compagno di squadra, per andare a caccia di Bottas. Verstappen passa dai box e monta la gomma gialla invece
Giro 34 Ritiro intanto per la Renault di Hulkenberg. Verstappen continua a guidare il gruppo, seguito da Ricciardo, Hamilton, Leclerc, Bottas, Vettel, Raikkonen, Magnussen, Perez e Grosjean

Giro 32 Pit stop per Kimi, gomma bianca anche per lui. A questo punto tra i primi dieci devono ancora fermarsi le due Red Bull, Leclerc, Grosjean, Magnussen e Perez
Giro 29 Ora tocca a Ricciardo centrare il GPV, 1:12.919. L’australiano ora è terzo, dietro a Verstappen e a Kimi. Ottavo invece Vettel, che ha appena passato Magnussen
Giro 28 Pronti i meccanici Ferrari per Vettel, che monta le medium dopo un pit stop da paura, 1.9s
Giro 27 Sembra ci sia un problema a un sensore sulla SF71-H di Vettel, scoperto prima della partenza. Alla partenza del giro di formazione in effetti il tedesco aveva mostrato un attimo di stallo con la sua monoposto
Giro 25 Hamilton chiede ai suoi se la strategia scelta è quella corretta, aggiungendo inoltre di non sentirsi troppo a suo agio con la nuova mescola medium. Ma il muretto box lo tranquillizza assicurandosi che è tutto sotto controllo, come pianificato
Giro 24 Hamilton passa Leclerc per il quinto posto
Giro 23 Verstappen deve ancora fermarsi, e al momento è leader davanti a Raikkonen Vettel Ricciardo Leclerc Hamilton Grosjean Bottas Magnussen e Perez
Giro 22 Ritiro per la Sauber di Ericsson. I piloti che hanno già effettuato il pit stop hanno montato tutti la gomma bianca, al momento sono in cinque

Giro 20 Testacoda di Ericsson che riesce però a rientrare in pista, seppure in ultima posizione. Ma la Sauber ora punta lentamente verso il box
Giro 19 Hamilton ha un blistering evidente sulle posteriori, ma anche sull’anteriore sinistra. Ecco allora che anche il britannico rientra ai box, e passa alle medium
Giro 19 Pronti quelli Mercedes: Bottas entra ai box e passa alle medium. Intanto in pista Verstappen mette a segno il GPV, 1:13.599
Giro 18 Fuori i meccanici Ferrari pronti con la gomma bianca. Ma transitano entrambe le SF71-H, e i meccanici rientrano…
Giro 17 Pit stop per Alonso, che passa alle medium ma perde tempo, poiché la posteriore destra non era stata fissata a dovere e hanno dovuto fermarlo per intervenire
Giro 16 Attaccati Bottas e Kimi, con il finlandese che non molla. Le gomme di Hamilton più davanti stanno cominciando a cedere…
Giro 16 Battaglia tra Ocon e Alonso, con la Force India che strappa la 15esima piazza alla McLaren
Giro 14 Hamilton, Verstappen, Bottas, Raikkonen, Vettel, Ricciardo, Leclerc intanto che si è unito al gruppetto dei big, Grosjean, Magnussen e Gasly
Giro 12 A Ricciardo viene detto che le Mercedes in questo momento stanno un po’ faticando con le gomme

Giro 11 Bottas ha un bel da fare in questi giri a difendersi… ora è Raikkonen a tentare di infilarlo, ma per ora il connazionale della Mercedes resiste. Occhio perché poi ci sono dietro anche Vettel e Ricciardo… Giornata impegnativa insomma!
Giro 10 Si comincia a vedere un po’ di blistering sulla posteriore sinistra di Bottas, mentre Verstappen gli è sotto… apre il drs in fondo al rettilineo, e lo passa all’interno con un’altra mossa da campione! La Red Bull ora è seconda, a 1.9s dal leader Hamilton
Giro 9 In pista sono stati rinvenuti dei detriti ma non sembrano pericolosi per chi corre. Forse sono pezzi di Sauber e Haas, dato il contatto al via tra Ericsson e Grosjean

Giro 7 Verstappen è a 4 decimi da Bottas, mentre Raikkonen a 1 secondo dall’olandese

Giro 4 Vettel nel difendersi da Verstappen ha commesso un bloccaggio andando un po’ lungo, perdendo così anche la posizione su Raikkonen, ora davanti al tedesco
Giro 4 L’olandese non ci pensa un attimo e si prende anche la terza piazza ai danni dell’altra rossa
Giro 2 Lotta ruota a ruota tra le due Renault, ma è Verstappen più avanti indiavolato che mette a segno un sorpasso da brivido all’esterno su Kimi, prendendosi la quarta piazza e mettendo ora nel mirino anche Vettel
Giro 2 Hamilton, Bottas, Vettel, Raikkonen, Verstappen, Leclerc, Grosjean, Gasly, Ricciardo ed Ericsson
18.14 Ottimo spunto di Hamilton che tiene la testa e ottimo anche Bottas che brucia Vette, costretto ad accodarsi al finlandese, seguito da Kimi Verstappen e Leclerc
18.12 Ci siamo quasi… si scaldano i motori…
18.11 Oltre le prime dieci piazze, i piloti sono tutti su mescola soft nuova, medium nuova invece per Hartley, supersoft nuova per Perez e usata per Ricciardo. Le gomme dei primi dieci sono tutte usate, tranne quelle di Magnussen, decimo
18.10 Partito il giro di formazione! La pista, dove si gira in senso antiorario, misura 4.309 Km
18.09 Un minuto al via. Sembra che una leggera pioggia potrebbe fare compagnia ai piloti al momento della partenza. Ricordiamo che sono 71 i giri da percorrere fino alla bandiera a scacchi

18.08 Ecco la griglia di partenza al completo

18.01 Queste le mescole a disposizione di ciascun pilota al via. Ricordiamo che tra i primi dieci, unici con le soft sono Vettel e Kimi, tutti gli altri partiranno con le supersoft. Ecco le strategie più veloci con una sola sosta: S 32/33 giri e M 35/39 giri; SS 25/30 giri e M 41/46 giri; SS 27/33 giri e poi S per 38/44 giri; la più lenta invece, con due soste: SS 20/22 giri quindi un altro treno di SS per lo stesso numero di giri e poi le S per 27/30 giri;

17.55 Il vento porta in alto le note dell’inno nazionale, a quindici minuti dal via del GP del Brasile

F1 GP Brasile: la gara in diretta (live e foto)
Vota questo articolo

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login