Test F1 Ungheria 2018: la prima giornata in diretta (Live e Foto)

Live timing e commento da Budapest

Test F1 Ungheria 2018: la prima giornata in diretta (Live e Foto)Test F1 Ungheria 2018: la prima giornata in diretta (Live e Foto)

Il Circus è ufficialmente andato in vacanza, dandosi appuntamento al 24 di agosto quando si ritroverà in quel di Spa. Ma il circuito dell’Hungaroring per un paio di giorni sarà di nuovo teatro di motori e F1, per due giornate di test al via oggi, dalle 9.00 alle 18.00, con la consueta pausa di un’ora.

Saranno ore di lavoro interessanti dal punto di vista tecnico, con diverse squadre impegnate anche a provare soluzioni in vista della stagione 2019. Tutti di nuovo presenti quindi, fatta eccezione per la Haas, con piloti ufficiali e terze guide di nuovo in pista per l’ultimo reale step prima delle vacanze.

Oggi vedremo in azione Antonio Giovinazzi per la Ferrari, il leader della GP2 George Russel con la Mercedes, Lando Norris impegnato con la McLaren, e Ricciardo al volante della sua RB14. Nico Hulkenberg riporterà in pista la Renault mentre Nicholas Latifi girerà a bordo della Force India. Oliwer Rowland per la Williams, Hartley con la Toro Rosso e Kubica con la Sauber completano lo schieramento di questa prima giornata.

Diretta a partire dalle ore 08.55

La nostra diretta torna domani alle 9.00! Qui potete ripassare quanto accaduto in pista nella prima giornata di test

1) Antonio Giovinazzi, Ferrari – 1:15.648, 96 laps

2) Marcus Ericsson, Sauber – 1:18.155, 95 laps

3) Brendon Hartley, Toro Rosso – 1:19.251, 126 laps

4) Lando Norris, McLaren – 1:19.294, 107 laps

5) George Russell, Mercedes – 1:19.781, 49 laps

6) Daniel Ricciardo, Red Bull – 1:19.854, 125 laps

7) Nicholas Latifi, Force India – 1:19.994, 103 laps

8) Nico Hulkenberg, Renault – 1:20.826, 63 laps

9) Oliver Rowland, Williams – 1:20.970, 65 laps

10) Sean Gelael, Pirelli tyre test (Toro Rosso) – 1:21.451, 109 laps

18.00 Bandiera a scacchi sulla prima giornata di test in-season all’Hungaroring! Giovinazzi con la Ferrari chiude al comando davanti a Ericsson e Hartley
17.58 Ricciardo nel frattempo è arrivato a quota 125: una sola tornata lo separa dal leader di giornata Brandon Hartley con la Toro Rosso
17.45 Al momento la McLaren con Lando Norris è l’unica monoposto in pista, quando mancano 15 minuti alla conclusione di questa prima giornata di test

17.36 Molto simili ma diversi…

17.33 Hartley, Ricciardo, Latifi e Gelael hanno già fatto 100 oggi, mentre anche Norris con la McLaren sta per sfondare il muro delle 100 tornate

17.21 La pista si sta asciugando ma difficilmente la lista dei crono si aggiornerà ulteriormente in modo significativo
17.16 Toro Rosso conferma che Sean Gelael non proseguirà la sessione di test per Pirelli, a seguito del recente incidente, ma che il pilota sta bene

17.04 La pioggia ha diminuito la sua intensità ma sta ancora bagnando il circuito. Lando Norris si aggrega ai colleghi in pista, con la gomme intermedia
17.02 Ma ecco che il sole si è rifatto largo tra le nuvole e la pista potrebbe asciugarsi molto velocemente, permettendo ai piloti di sfruttare in pieno questa ultima ora. Non se lo fanno ripetere due volte Ricciardo e Giovinazzi, di nuovo in pista ora!
16.55 Dato che manca ancora ufficialmente un’ora alla fine di questa prima giornata di test, ma nessuno tornerà a girare a breve, ricapitoliamo la situazione tempi: Giovinazzi, già leader in chiusura della mattinata, è sempre il pace setter di giornata, con il miglior crono di 1:15.648, seguito da Ericsson, Hartley, Norris con la McLaren, Russell per la Mercedes, Ricciardo, Latifi e la sua Force India, Hulkenberg e la Williams di Rowland. Ultimo Gelael, che gira con la STR12 per Pirelli, ma che prima dell’arrivo della pioggia ha concluso la sua sessione contro le barriere

16.52 La situazione a Budapest è decisamente peggiorata… Come al sabato ora il circuito è stato improvvisamente inondato da una forte pioggia

16.45 Pista ancora vuota e bagnata, mentre ci avviciniamo all’ultima ora di test

16.36 Eh sì, a quanto pare ha ragione Pirelli. In attesa di capire come evolverà la situazione in pista, i piloti hanno riportato le monoposto ai box, onde evitare uscite di pista e danni inutili

16.35 Intanto sembra stia cominciando a piovere all’Hungaroring… nonostante il sole

16.33 Finzione o realtà…?

16.27 Giovinazzi ha subito ripreso in modalità “full throttle”, facendo segnare un nuovo giro veloce, 1:15.648, mentre Ericsson, in seconda posizione è a 2.5s. Hartley e Norris a seguire

16.20 In pista è tornata a sventolare la bandiera verde, quando mancano poco più di 90 minuti alla conclusione di questa prima giornata di test in pista
16.12 La giornata dell’indonesiano e anche quella di Pirelli, sembrerebbero terminare qui, dopo che la Toro Rosso ha sbattuto con forza contro le barriere e ora viene ricoverata coperta da un telo per rientrare ai box
16.06 Bandiera rossa! La Toro Rosso di Gelael è finita fuori pista in curva 11
16.04 Questo crono è anche un nuovo record della pista, seppur non ufficiale in quanto registrato nel corso dei test. E mentre il ferrarista si avvicina a sua volta ai 100 giri, anche Sean Gelael e Daniel Ricciardo hanno raggiunto Hartley in questo traguardo
16.01 Scatta la settima ora di test e Antonio Giovinazzi stampa un bel 1:15.870! Più veloce dei suoi “colleghi” in Rosso durante il weekend. Il pilota italiano monta però le hypersoft, che non erano previste da Pirelli per il fine settimana ungherese
15.53 A 1.9s dalla Rossa ora si è inserita la Sauber con Giovinazzi. Il crono dello svedese è meno di un decimo più lento rispetto al suo giro migliore al sabato. Domani i due piloti si daranno il cambio, ma in un solo verso: Ericsson sarà infatti ufficialmente in vacanza, mentre Giovinazzi proseguirà i test per il team svizzero

15.41 Questi i distacchi più significativi al momento:
1) Giovinazzi, 1:16.887
2) Russell, +2.8s
3) Norris, +2.9s
4) Ricciardo, +2.9s

15.40 1:16.887 è il nuovo crono di riferimento della Rossa, passata ora alla gomma supersoft
15.38 George Russell e la Mercedes, arrivati a quota 38 giri, si mettono ora davanti a Ricciardo in seconda posizione, ma ancora a 1.9s dalla Ferrari
15.26 Russell si porta al secondo posto con il tempo di 1:19.781. Questa mattina solamente i primi tre – Giovinazzi, Norris e Latifi – erano scesi sotto il muro dell’1:20

15.21 Qualcosa comincia di nuovo a muoversi nella lista dei tempi. Ricciardo ha sfiorato il vertice per lasciare quindi il posto a Giovinazzi, sceso progressivamente a 1:18.014 e ora a 1:17.807! Il tempo del pilota italiano è circa 1 secondo più lento rispetto al giro migliore messo a segno nelle libere del venerdì, e firmato da Sebastian Vettel. Probabilmente ora la SF71-H è comunque più carica di benzina rispetto a quando Seb stava effettuando una simulazione di qualifica
15.20 E intanto anche la Mercedes con Russell è pronta per rimettersi al lavoro. Alla buon’ora George!

15.19 Nel frattempo la Toro Rosso di Hartley ha raggiunto e passato quota 100 giri! E’ il primo pilota oggi

15.12 Tornando un attimo al recente GP di Ungheria e alla vittoria di Lewis Hamilton davanti a Sebastian Vettel, in questo video James Allison, il DT della Mercedes, spiega come Vettel non sarebbe stato comunque in grado di superare il britannico, anche se al pit stop fosse uscito davanti alla Mercedes di Bottas

15.10 E per rimanere in tema di ali 2019, ecco l’approfondimento del nostro tecnico

15.09 La vernice azzurra spalmata sulla nuova ala anteriore della Williams ci mostra come lavorano e incidono i flussi aerodinamici

15.04 La Red Bull oltre a concentrarsi sul lavoro aerodinamico al mattino, sta lavorando sull’affidabilità della PU Renault, dopo il doppio DNF nelle ultime due gare (Ricciardo in Germania, Verstappen in Ungheria). La scorsa domenica il team principal Christian Horner ci è andato giù pesante con il motorista francese, non appena ha visto il pilota olandese parcheggiare la monoposto nell’erba dopo soli 5 giri

14.52 Pronto per tornare a girare anche Ricciardo ora

14.47 Di nuovo al lavoro anche la Williams con Rowland, che questa mattina ha messo a segno 43 giri e solamente il penultimo tempo, concentrato a testare la nuova ala anteriore per il team inglese. A quasi un’ora dalla ripresa, la lista dei tempi non si è aggiornata e l’attività in pista procede un po’ a rilento, ma è normale durante le sessioni di test

14.36 Pausa pranzo terminata anche per Lando Norris e la McLaren, che questa mattina hanno monopolizzato la vetta della classifica per le prime tre ore, chiudendo poi in seconda posizione a tre decimi dal vertice

14.20 Con calma si aggiungono ora in pista anche Sean Gelael e Marcus Ericsson, mentre Nicholas Latifi con la Force India ha appena completato uno stint da sette giri
14.13 Ecco come appare da vicino il muso della Williams con la nuova ala anteriore 2019

14.04 Brendon Hartley con la Toro Rosso ha fretta di tornare a girare e si lancia subito in pista, mentre gli altri colleghi ai box ancora non si vedono
14.00 Eccoci di nuovo in pista per proseguire con il live della seconda parte di test all’Hungaroring

La nostra diretta riprenderà alle ore 14.00. Se volete sapere come è andata la mattinata potete ripassare con il nostro report

1) Antonio Giovinazzi, Ferrari, 66 giri, 1:19.648
2) Lando Norris, McLaren, 46 giri, 1:19.966
3) Nicholas Latifi, Force India, 66 giri, 1:19.994
4) Marcus Ericsson, Sauber, 63 giri, 1:20.081
5) Brendon Hartley, Toro Rosso, 94 giri, 1:20.151
6) George Russell, Mercedes, 21 giri, 1:20.231
7) Daniel Ricciardo, Red Bull, 76 giri, 1:20.304
8) Nico Hulkenberg, Renault, 63 giri, 1:20.826
9) Oliver Rowland, Williams, 43 giri, 1:21.594
10) Sean Gelael, Toro Rosso, 68 giri, 1:21.861

13.00 Bandiera a scacchi! La prima mattinata di test in pista si conclude con Giovinazzi al comando davanti a Norris, Latifi, Ericsson, Hartley, Russell, Ricciardo, Hulkenberg, Rowland e Gelael. La Toro Rosso, con 162 giri messi a segno con i suoi due piloti Hartley e Gelael, si conferma invece la più attiva in pista

12.51 Alla Mercedes sono già pronti per riempirsi lo stomaco

12.49 Una quindicina di minuti separano team e piloti dalla meritata pausa pranzo. Ecco la conta dei giri quando ci avviciniamo alla metà della sessione:

1) Brendon Hartley, Toro Rosso, 93 giri

2) Nicholas Latifi, Force India, 66 giri

3) Sean Gelael, Toro Rosso, 66 giri

4) Daniel Ricciardo, Red Bull, 64 giri

5) Marcus Ericsson, Sauber, 63 giri

6) Antonio Giovinazzi, Ferrari, 55 giri

7) Nico Hulkenberg, Renault, 52 giri

8) Lando Norris, McLaren, 41 giri

9) Oliver Rowland, Williams, 39 giri

10) George Russell, Mercedes, 21 giri

12.39 La Red Bull con Ricciardo sembra invece più concentrata sui test aerodinamici: l’australiano è settimo a 0.799s dal vertice, e a quota 64 giri
12.38 Giovinazzi prosegue al comando, seguito da Norris e Latifi che insieme a lui sono gli unici a essere scesi sotto il muro dell’1:20
12.20 Mercedes, solitamente tra le più attive durante i test, al momento ha completato solamente 20 giri con il suo pilota George Russell, mentre Hartley su questo fronte continua a guidare il gruppo con 76 tornate, seguito dalla Williams di Rowland

12.20 Russell con la Mercedes nel frattempo ha scavalcato Ricciardo al sesto posto
12.16 Nicholas Latifi, il canadese oggi al volante della Force India, in passato ha fatto parte del programma giovani Renault, per passare poi sotto contratto con il team indiano a inizio stagione 2018, con il quale ha già preso parte a due sessioni di Prove Libere. Suo padre è inoltre da poco diventato uno degli azionisti della McLaren

12.00 Allo scadere della terza ora di test, quando manca un’ora alla pausa pranzo tutti i piloti hanno fatto segnare un tempo: Giovinazzi è davanti con il miglior crono di 1:19.648, seguito da Norris, Latifi, Ericsson, Hartley, Ricciardo, Hulkenberg, Russell, Rowland e Gelael
11.51 Un’altra immagine dell’ala anteriore 2019 che sta testando la Force India – oltre alla Williams -, più larga e semplificata, con l’obiettivo di facilitare i sorpassi in pista

11.44 IL GPV in gara lo aveva messo a segno Daniel Ricciardo al giro 46, 1:20.012
11.40 La Ferrari è la seconda monoposto a scendere sotto il muro dell’1:20, con Giovinazzi che passa in testa in 1:19.648. Non conosciamo l’attuale carico di benzina della SF71-H, ma il tempo del pilota italiano è mezzo secondo più veloce rispetto al miglior giro messo a segno questo weekend nel GP di Ungheria
11.25 A seguire McLaren e Sauber ci sono Ferrari, Red Bull e Toro Rosso – con Hartley – e Force India. I primi sei sono racchiusi in 7 decimi. Hartley nel frattempo ha toccato e oltrepassato quota 50 giri, mentre Rowland, pur senza un crono, è a 20 giri e continua…

src=”https://formula1.motorionline.com/foto/uploads/BKYIW3ZTcyoHxGrOwMVs_SUT_Hungary_Formul_16583591533029131.jpg” alt=”” width=”660″ />

11.13 Intanto Ericsson con la Sauber si è avvicinato alla McLaren di Norris, scavalcando Giovinazzi e mettendo a segno il secondo crono di riferimento, 1:20.081
11.09 Lavori su una nuova ala anteriore anche per la Mercedes. Tutto quello che c’è da sapere lo trovate nell’articolo del nostro esperto PG! In questo caso si tratta di una evoluzione dell’ala anteriore che il team di Brackley sta utilizzando ormai da inizio mondiale

11.01 A due ore dal via, Norris continua a farla da padrone, seguito da Giovinazzi, Hartley, Ericsson, Ricciardo, Latifi – risalito dall’ultima piazza – Hulkenberg, Gelael e Russell. Ancora senza un crono invece Rowland con la Williams
10.56 Prosegue il lavoro fuori dai box anche per Pirelli e il suo pilota Gelael, in pista con la STR12 e prototipi 2019

10.51 Giovinazzi ha infilato la sua Ferrari numero 99 al secondo posto, con il tempo di 1:20.186, mentre Norris prosegue indistrubato al comando, unico finora ad essere sceso sotto il muro dell’1.20

10.42 Anche il collaudatore della Williams Oliver Rowland è stato prestato alla F1 dalla F2 e, prima di scendere in pista per il team inglese per i test, ha dichiarato: “Il team ha passato una stagione difficile ma speriamo che gli aggiornamenti più recenti possano dargli una spinta per le restanti gare, portando a casa anche qualche punto. Per quanto mi riguarda sono molto contento di come è andato il mio anno fino a questo momento, ho fatto dei progressi ed è importante. La Williams mi ha dato un’opportunità e voglio ripagarla lavorando sodo e fornendo loro dati importanti e positivi su cui lavorare. L’obiettivo è un sedile in F1, è sempre stata la mia ambizione fin dall’inizio. Lavorare duramente e essere determinati è la chiave, ma ci sono solo 20 posti in F1 e ogni pilota al mondo ne vorrebbe uno. In più ci sono sempre fattori politici a determinare chi può avere un sedile, è la natura di questo sport. Io devo solo concentrarmi sulla guida e lasciare che gli altri facciano il resto”.

10.34 Norris torna a reclamare la vetta e si riporta in testa grazie al miglior tempo di 1:19.966. Alle sue spalle Hartley, Ericsson, Ricciardo, Giovinazzi, Hulkenberg, Gelael, Russell e Latifi

10.26 Hartley nel frattempo è arrivato a quota 30 giri, mentre prosegue anche il lavoro di Giovinazzi con la Ferrari. Il pilota di Martina Franca domani passerà al volante della Sauber per la seconda e conclusiva giornata di test. Per la Rossa scenderà invece in pista Kimi Raikkonen, mentre Vettel è già partito per le vacanze. Dopo il secondo posto in Ungheria e la vittoria di Lewis Hamilton, il pilota tedesco rincorre ora il britannico in classifica generale con un distacco di 24 punti

10.24 Sean Gelael è al volante della vecchia STR12 per Pirelli e, con i suoi 21 anni, anche il tester più giovane che il costruttore italiano di pneumatici abbia mai ingaggiato

10.17 Anche in occasione dei test in-season, il nostro esperto tecnico PG Donadoni è sempre sul pezzo, e ci aggiorna su quanto accade in pista

10.15 Il neozelandese è passato al comando anche con 25 tornate messe a segno
10.07 Hartley si mette a dettare il passo migliorando di 7 centesimi il crono di Norris
10.05 Norris con la McLaren è al comando anche per numero di giri completati finora, 19, mentre Oliver Rowland è l’unico al momento ancora senza un crono, ma la Williams sta concentrando il lavoro principalmente sulla nuova ala anteriore per il 2019
10.04 Robert Kubica scenderà in pista domani al volante della Williams, ma i fans stanno già preparandogli una bella accoglienza

10.00 La Red Bull scala in seconda posizione ma poi è Ericsson a portarsi alle spalle di Lando Norris, con il tempo di 1:20.921. Completano la classifica, dopo la prima ora, Hartley, Hulkenberg, Giovinazzi, Gelael, Russel e Latifi
09.57 La temperatura dell’asfalto nel frattempo è già arrivata a 40°C
09.52 Ricciardo si inserisce al terzo posto

Test F1 Ungheria 2018: la prima giornata in diretta (Live e Foto)

09.45 La McLaren scende a 1:20.875, seguito da Hartley, Hulkenberg, Giovinazzi, Russell, Gelael, Latifi
09.42 Lando Norris schizza in testa in 1:21.796, piazzando la MCL33 al comando

09.37 Pirelli ha fornito ai team in pista oggi una nuova mescola soft, prototipo 2019 non definitivo, caratterizzato da una nuova struttura ma utilizzato al momento solo per raccogliere dati

09.33 Hartley balza in testa in 1:22.055, poi ritoccato a 1:21.987
09.28 Pirelli conferma che l’indonesiano Gelael sta effettuando test con prototipi di gomme 2019

09.24 Hartley si aggiunge alla lista con il tempo di 1:24.201, alle spalle della Mercedes. In pista con la Toro Rosso è presente – oggi e domani – anche Sean Gelael, che effettuerà dei test per la Pirelli. Terzo tempo per lui, davanti alla Force India di Latifi
09.20 Il nostro live timing segna erroneamente un primo crono di Giovinazzi
09.19 Il primo crono della mattinata è per la Mercedes, con Russell che gira in 1:29.006, presto ritoccato a 1:24.368
09.17 Per ora i piloti hanno effettuato solamente dei primi giri di installazione, alcuni in assetto rake, con le ben note ali rastrellate, e gomme medium “ai piedi”

09.15 A parte la parentesi delle Qualifiche, con la pioggia che ha invaso il tracciato magiaro e traghettato verso la pole position la Mercedes di Hamilton, il weekend ungherese è stato caratterizzato da temperature molto elevate. E la giornata di oggi non fa eccezione: si registrano infatti già 30°C per quanto riguarda la temperatura dell’aria

09.13 In pista anche Brandon Hartley con la Toro Rosso. Il neozelandese nella gara ungherese ha chiuso undicesimo mentre il compagno di squadra Gasly si è reso protagonista di un ottimo weekend, suggellato con la sesta piazza alle spalle della Mercedes di Bottas

09.08 Sia Force India che la Williams proveranno in queste giornate una specifica di ala anteriore in ottica 2019. Questo tipo di lavoro serve per verificare in pista il lavoro approntato in galleria del vento, per proseguirlo poi alla factory

09.00 Semaforo verde! I primi a sfilare in pit lane sono Ricciardo con la RB14 e Rowland con la Williams

08.55 Buongiorno a tutti dall’Hungaroring! Il paddock oggi non è in fermento come al solito, ma i motori cominciano già a rombare nei box…


Test F1 Ungheria 2018: la prima giornata in diretta (Live e Foto)
Vota questo articolo

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login