Test F1 Barcellona 2017: La Seconda Giornata in Diretta (Live e Foto)

Live timing e commento dal Circuit de Barcelona-Catalunya

Test F1 Barcellona 2017: La Seconda Giornata in Diretta (Live e Foto)Test F1 Barcellona 2017: La Seconda Giornata in Diretta (Live e Foto)

La prima giornata di test al Montmelò si è aperta all’insegno della Mercedes e dei suoi due alfieri Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, che insieme hanno coperto 152 giri, e con il britannico leader a fine giornata grazie al miglior tempo di 1:21.765. Alle spalle della Freccia d’Argento però, è stata la Ferrari a tenere botta, con il miglior tempo al mattino, staccata di poco più di un decimo e con 127 tornate all’attivo. Un buon inizio per la Rossa, che a differenza della rivale di Brackley non ha girato con la mescola più morbida, la soft, bensì solo con le medium. Al terzo posto insieme agli altri “centenari”, con 103 giri sulle spalle, si è piazzata la Williams di Massa, che ha girato in 1:22.076.

La classifica del lunedì si completa con Magnussen, Ricciardo, Bottas, Perez, Sainz, Hulkenberg, Alonso ed Ericsson. A testare anche la gomma soft sono state, oltre a Mercedes: Force India, Williams, Red Bull, Haas e Alonso con la McLaren, quest’ultimo ha smarcato inoltre la supersoft nelle sue uscite iniziali. Il pilota spagnolo ha però totalizzato solamente 29 giri, con la monoposto costretta ai box per gran parte della giornata a causa di un problema al serbatoio di recupero dell’olio – sulla McLaren è stato anche sostituito il motore per recuperare un po’ di tempo. Problemi, alle batterie, per la Red Bull, responsabile dell’unica bandiera rossa della giornata. La Force India nel pomeriggio ha perso invece diverso tempo ai box a causa della rottura degli scarichi.

Anche la seconda giornata di test vedrà i piloti impegnati in pista dalle 9 alle 18, con un’ora di pausa tra le 13 e le 14.

Diretta a partire dalle ore 9.00

Seguite con noi anche la terza giornata di Test, in diretta su F1GrandPrix a partire dalle 9.00. Nell’attesa, vi lasciamo il nostro report a farvi compagnia



18.00 E poco dopo cala il sipario anche sulla seconda giornata di test, non prima però che anche Bottas tocchi quota 100 giri

17.58 Raikkonen, Bottas e Verstappen tornano a girare per sfruttare gli ultimissimi minuti
17.52 La Renault intanto saluta tutti in anticipo

17.49 Due chiacchiere tra colleghi…

17.48 Vandoorne con le soft ruba la decima piazza a Stroll
17.46 Con le supersoft, e il tempo di 1:22.204, Magnussen si mette in scia a Verstappen, terzo davanti a lui a soli 4 millesimi

17.35 Cento giri anche per la Rossa guidata da Kimi

17.32 In pista girano ora Raikkonen, Palmer, Verstappen e Ocon. Magnussen intanto è il primo ad essere arrivato a quota 100 giri (da solo)
17.30 In queste fasi finali della sessione i team si stanno concentrando sui long run e sul lavoro con le monoposto a pieno carico
17.22 Magnussen con le supersoft scende a 1:22.795 e sale al quinto posto mentre Bottas è tornato in pista con le medium

17.07 Meno di un’ora alla conclusione della seconda giornata

16.57 Con la gomma soft Kvyat si prende il sesto posto scavalcando Magnussen. Vandoorne intanto è già rientrato ai box
16.53 Vandoorne e la McLaren lasciano finalmente i box

16.48 Kvyat torna in pista con le soft e scende a 1:23.498. Il russo ora è in settima posizione
16.40 Quando manca poco più di un’ora alla conclusione di questa seconda giornata, eccoci con un nuovo aggiornamento tecnico da Barcellona, gentilmente offerto dal nostro esperto Donadoni. Questa volta analizziamo più da vicino la nuova RB13: “La soluzione tecnica che ha destato più curiosità, in questo finora breve pre stagione, è stato sicuramente il foro sul muso della RedBull RB13.

A quanto abbiamo potuto capire non c’è nessun trucco dietro alla soluzione pensata da Newey & Co ma solamente una scelta molto intelligente e perfettamente legale per quanto riguarda l’aerodinamica anteriore della monoposto di Milton Keynes.

Perché diciamo ciò? Perché inserire un foro in quella zona del muso permette di eliminare il deleterio blocco aerodinamico che si crea nella parte anteriore della protuberanza e permette di sfruttare una maggior area di passaggio per portare (maggiore) aria sotto al nosecone.
Dal punto di vista regolamentare RedBull si è mossa molto bene nel senso che il muso della RB13 rispetta, a quanto capito, il regolamento tecnico 2017. Ma la vera domanda è: come RedBull garantisce la chiusura del profilo del proprio naso visto che un naso completamente aperto non è ammesso dal regolamento tecnico? Grazie ad una interpretazione del regolamento tecnico e inserendo all’interno della protuberanza dei piccoli profili inclinati lungo l’asse verticale della monoposto.
Una sezione trasversale che se guardata dalla parte anteriore della RB13 risulta essere una sezione “piena” poiché le alette non essendo tangenti all’asse longitudinale della vettura, vanno a sovrapporsi una a una. Quindi l’aria entra nel foro, passa nella spazio tra i vari profili svergolati e se ne esce qualche cm dietro all’imbocco del naso andando ad investire i turning vanes. Per avere la certezza assoluta relativa a queste prime indiscrezioni servirebbe avere una fotografia che inquadri la parte posteriore della protuberanza, un qualcosa che purtroppo è molto complicata da fotografare poiché i grandi bargeboards e poi i turning vanes coprono tale parte della monoposto.
Per quanto riguarda le aperture segnalate con la freccia gialla e rossa nella prima immagine dell’articolo bisogna aspettare immagini più chiare (serve vedere il muso della RedBull smontato, nei test è molto complicato per via dei paraventi installati davanti ai box) anche se si può supporre che uno sia sicuramente l’ingresso dell’S Duct e l’altro molto probabilmente del condotto che porta aria all’interno dell’abitacolo”

16.38 La simulazione di gara di Bottas intanto è terminata: 80 giri per la W08 del finlandese

16.30 Con la gomma soft e il tempo di 1:24.617 Giovinazzi si prende l’ottava posizione
16.28 Sostituito il motore sulla McLaren di Vandoorne, che tornerà in pista a breve

16.23 Ai box Toro Rosso Kvyat è pronto a tornare a girare, dopo un’assenza di oltre due ore. Intanto Kimi ha toccato quota 77 giri

16.13 Con il tempo di 1:22.2 Verstappen sale in terza posizione. Gomma soft per lui
16.04 A due ore dalla fine Raikkonen guida il gruppo seguito da Hamilton, Ocon, Bottas, Verstappen, Magnussen, Palmer, Kvyat, Giovinazzi, Stroll e Vandoorne. Con le supersoft finora hanno girato solo Mercedes con Hamilton e la Force India con Ocon
16.03 E twitta anche Hulkenberg: primo giorno di lavoro ieri con il suo nuovo team

16.01 E intanto il Circuit de Catalunya twitta il nuovo record di Raikkonen con la Rossa

16.01 Gomma soft anche per Palmer, che si prende così la settima posizione in 1:24.139
15.55 Qualche temerario addetto ai social della Renault si è piazzato a fine pit lane, e ci regala una nuova prospettiva delle monoposto 2017 in azione

15.53 Anche la Sauber lascia le medium per testare le soft e Giovinazzi sale così al nono posto con il tempo di 1:25.983
15.47 Sosta ai box per Raikkonen che è subito tornato a girare. Il finlandese ha montato nuovamente la mescola medium
15.39 Ma ecco che Verstappen lascia i box e con la gomma soft si prende il quarto posto, grazie al tempo di 1:23.096

15.37 Giovinazzi torna a girare, raggiungendo così Raikkonen, Bottas, Magnussen e Ocon. Oltre alla Red Bull devono ancora “riemergere” dalla pausa pranzo la Toro Rosso e la McLaren
15.30 Con il tempo di 1:23.582 Bottas si prende la sesta piazza, tra Verstappen e Kvyat
15.27 Alla Red Bull stanno lavorando sui cambiamenti di set up per la sessione pomeridiana e saranno di nuovo in pista a breve

15.27 Ecco un aggiornamento dei giri effettuati finora:
1 Raikkonen (63)
2 Hamilton (66)
3 Ocon (32)
4 Magnussen (72)
5 Verstappen (31)
6 Kvyat (44)
7 Palmer (20)
8 Bottas (35)
9 Stroll (12)
10 Vandoorne (29)
11 Giovinazzi (19)
15.26 Pit stop per Bottas che monta un nuovo set di gomme soft
15.23 Con il tempo di 1:20.960 il pilota della Rossa si porta in testa scavalcando il crono di Hamilton di 23 millesimi
15.18 Raikkonen lascia di nuovo i box, sempre equipaggiato con le gomme soft

15.09 Long run anche per Magnussen, ma più contenuto rispetto a quello di Bottas: per il danese ne sono previsti 23
15.05 La temperatura è decisamente più bassa rispetto al pomeriggio di ieri, quando l’asfalto sfiorava i 30°C

15.03 Alla quinta ora di test Hamilton continua a guidare il gruppo davanti a Raikkonen, Ocon, Magnussen, Verstappen, Kvyat, Palmer, Bottas, Stroll, Vandoorne e Giovinazzi. La Mercedes unica con le supersoft, medium per Toro Rosso, Williams, Sauber e Renault. Gli altri con le soft
15.02 Magnussen e Bottas gli unici due in pista al momento. Sulla pit board del finlandese sono indicati 63 giri, quindi attendiamoci una simulazione di gara. Hamilton al mattino ne ha coperti 66, la distanza del GP di Barcellona

14.56 Palmer intanto si prende la settima posizione. Il britannico sta girando con le medium
14.51 Raikkonen torna in pista con le soft e fa segnare 1:21.198. Il tempo di Hamilton con le supersoft è di 1:20.983. La Ferrari rientra quindi ai box
14.47 In pista ora solamente i due ex compagni di squadra Palmer e Magnussen
14.43 Palmer va in perlustrazione, quindi rientra ai box e poi esce nuovamente. Il pilota Renault ha all’attivo 12 giri, uno solo messo a segno prima di pranzo

14.38 Pit stop anche per Giovinazzi, arrivato a quota 18 giri
14.36 Dopo due giri la Rossa rientra ai box, con Kimi che si è portato a 4 centesimi da Hamilton, il cui tempo è stato fatto registrare questa mattina con le supersoft
14.30 La Ferrari prova per la prima volta in questi test le gomme soft
14.25 Raikkonen torna in pista, mentre si prepara anche Magnussen

Test F1 Barcellona 2017: La Seconda Giornata in Diretta (Live e Foto)
2.4 (47.44%) 43 votes

Commenti chiusi

You must be logged in to post a comment Login