F1 GP Ungheria: La Gara in Diretta (Live e Foto)

Live timing e commento da Budapest

F1 GP Ungheria: La Gara in Diretta (Live e Foto)

Prima fila tutta Ferrari nel GP di Ungheria, con Mercedes, Red Bull e McLaren a occupare le posizioni alle spalle delle due Rosse di Maranello, e Sainz e Palmer a chiudere la top ten. Qui la griglia di partenza completa.

Sarà uno start di quelli bollenti, con 70 giri da percorrere tutti d’un fiato, prima di andare a sistemarsi vista mare per qualche settimana.
La posta in gioco è altissima, specialmente dal punto di vista psicologico. E’ il giro di boa di una stagione incandescente, che ad ogni gara ci mostra come le carte si possano ogni volta rimescolare, sconvolgendo piani e sogni di gloria: Vettel è ancora il leader della classifica iridata, ma l’unico punto che lo separa da Hamilton può trasformarsi oggi in un grosso passo in avanti o indietro.

Per il leone di Stevenage vale lo stesso o forse ancora di più, ora che è riuscito a chiudere così tanto il gap con il rivale. E alle spalle dei due litiganti occhio a Bottas, che gara dopo gara si è avvicinato prepotentemente al duo di testa, alla ricerca del suo spazio iridato e del rinnovo con la Mercedes. Ma la lotta non si esaurisce qui, con Raikkonen e Ricciardo pronti a infilarsi e sfruttare il momento più opportuno per un nuovo podio.

Passando alle strategie di gara, in un weekend dove i top team hanno sfoderato diversi aggiornamenti importanti, temperature e gomme faranno la differenza. Pirelli ha selezionato per questo appuntamento le coperture medium, soft e supersoft. Difficile vedere in gara la mescola bianca, mentre tra quelle più morbide il gap è stato stimato tra 8 e 9 decimi. La strategia a due soste appare al momento la più veloce ma, in base all’andamento della corsa, anche quella a una sola sosta potrebbe risultare una valida alternativa. La partita è tutta da giocare!

Diretta a partire dalle ore 13.45

Tutti i commenti e le interviste post gara in arrivo su F1GrandPrix e qui il report di questa fantastica gara! Noi ci vediamo tra quattro settimane, per il GP del Belgio. Buone vacanze a tutti!


Giro 70 Vettel vince il GP di Ungheria davanti a Raikkonen, e Hamilton restituisce la posizione a Bottas sotto la bandiera a scacchi
Giro 69 Ritiro per la Renault di Nico Hulkenberg e 5 secondi di penalità a Magnussen per averlo spinto fuori
Giro 68 Ultimi km… Adesso l’unico problema potrebbe essere rappresentato dai doppiati, ma per ora i vari gap resistono, anche se sempre serratissimi
Giro 66 Forse da qui alla fine l’unico sorpasso al quale assisteremo è quello di Verstappen su Bottas. Voi che dite?
Giro 65 Hamilton ora ha perso un po’ di terreno da Raikkonen, con il gap che si è alzato a 2.5s
Giro 62 Ritiro per la Williams di Di Resta, gli comunicano dai box
Giro 62 Verstappen intanto recupera su Bottas. Davanti posizioni ancora congelate ma sempre più compatte… Si giocherà tutto sul filo del rasoio
Giro 59 Raikkonen e Hamilton entrambi sotto al secondo per attivare il DRS. Solo che Raikkonen non può passare ma solo difendersi…
Giro 56 Mentre Raikkonen si lamenta delle difficoltà a stare dietro a Vettel, lo stesso fa Hamilton con il finlandese, che orami è chiaro dovrà difendersi dalla Mercedes in arrivo tipo caccia
Giro 53 Raikkonen è in zona DRS, a 8 decimi da Vettel, ma per ora niente attacco al compagno di box. Hamilton è a 1.4s dal vertice. E la gara è ancora lunga… (70 giri ricordiamo)
Giro 50 A Vettel chiedono di spingere ma lui dice di non essere molto tranquillo oggi… E ci crediamo! A quelle velocità con una monoposto che tira dove vuole lei
Giro 48 Hulkenberg ai box, ma ci sono problemi con una gomma che non esce. Cambio pistola e poi riescono a farlo ripartire
Giro 46 Hamilton via radio ha detto che se non riesce ad andare a prendere le Rosse farà ripassare Bottas. Ma per ora sembra abbastanza affamato e veloce…

Giro 45 Hamilton passa Bottas. Ordine di scuderia abbastanza plateale, visto come il finlandese ha preso larga curva 1…
Giro 44 Torna a funzionare la radio di Hamilton! Intanto Vettel ha sempre più problemi con lo sterzo che tende a sinistra, costretto a non utilizzare i cordoli per non peggiorare ulteriormente la situazione. Raikkonen è sempre più vicino, a un secondo e mezzo, Bottas si avvicina a Kimi, e dietro al terzetto di testa Hamilton ha fame di andare a prenderli tutti, ha appena comunicato ai suoi
Giro 43 Pit stop per Verstappen e per Vandoorne subito dopo
Giro 41 Raikkonen via radio si lamenta delle Mercedes che gli stanno addosso e di Vettel che non va abbastanza veloce. Al tedesco hanno detto di stare attento con i cordoli, per non peggiorare il problema al volante
Giro 40 Verstappen, Vettel, Raikkonen, Bottas, Hamilton, Vandoorne, Hulkenberg, Palmer, Alonso e Sainz. I piloti che devono ancora fermarsi sono Verstappen, Vandoorne, Hulkenberg, Palmer e Kvyat
Giro 38 Alonso su Sainz, ma poi va lungo e la STR12 si riprende la posizione, per poi dover cedere alla McLaren alla curva dopo. Alonso sale così nono
Giro 37 Hamilton intanto è negli scarichi di Bottas, a 7 decimi
Giro 37 Subito lotta tra i due in pista, con Sainz che deve difendersi da un aggressivo Alonso
Giro 36 Spagna ai box! Sainz però riesce a stare davanti ad Alonso anche in uscita dai box
Giro 34 Pitta anche Raikkonen, che rientra in terza piazza alle spalle di Vettel. Gomma gialla anche per lui. Intanto ci sono dei problemi di comunicazione radio tra Hamilton e il suo muretto box

Giro 33 Tre secondi il pit stop per Vettel, che ha a sua volta montato le soft. Il tedesco rientra terzo dietro a Raikkonen e Verstappen
Giro 32 Pronti i meccanici Ferrari
Giro 32 Hamilton ai box per montare le soft. Il britannico rientra al quinto posto, dietro a Verstappen e Bottas
Giro 31 Anche Bottas ai box, anche per lui gomma soft
Giro 30 Raikkonen intanto ha accorciato a 1.3s il gap nei confronti di Vettel. Pit stop per Stroll, passato alle soft
Giro 28 Hulkenberg anche con il DRS aperto non riesce ad andare a prendere Ocon, fa sapere via radio, nonostante abbia cercato di far “prendere aria” alla monoposto. Il tedesco intanto si era preso la posizione sul compagno di box Palmer, grazie a un “suggerimento” dai box. Evidentemente era più veloce in questo caso
Giro 25 Tornando brevemente a Grosjean e al motivo del suo ritiro, la posteriore sinistra non era stata avvitata bene al pit stop… Intanto Vettel lamenta problemi allo sterzo, che tirerebbe verso sinistra in rettilineo. Dai box gli dicono che sembra tutto ok ma probabilmente sono le gomme che cominciano a surriscaldarsi scatenando questa reazione
Giro 24 Comunque Di Resta al momento è 16esimo, davanti alle due Sauber. Non così male come in molti si aspettavano, alla fine

Giro 22 Il francese rientra in pista ma c’è un problema a una gomma e gli dicono di fermarsi. Ritiro per lui
Giro 21 Grosjean ai box, gomma soft per lui
Giro 20 Ricciardo intanto si concede ai microfoni per commentare il suo ritiro, conseguente al contatto con il compagno di box: “Oggi niente parole buone per lui. Mi aspetto che dopo la gara venga da me e mi dia delle spiegazioni, perché sa quello che ha fatto e si dovrà scusare nei miei confronti. Le scuse sono importanti ma non cambiano il risultato della mia gara”

Giro 18 Hamilton torna a fare segnare tempi interessanti, dopo aver confermato che le sue gomme posteriori ora sono ok. Nessuna sanzione per il contatto tra Sainz e Alonso, fanno sapere dal Race Control
Giro 17 Tre secondi il gap tra le due Rosse lì davanti
Giro 16 Sotto investigazione è stato messo anche il piccolo contatto tra Sainz e Alonso alla ripartenza alle spalle della safety car
Giro 15 Hulkenberg, attualmente in 12esima posizione, ha comunicato via radio di dover prendere “un po’ di respiro” dal gruppetto davanti a sé, evidentemente per salvaguardare le gomme dall’aria sporca prodotta dalla monoposto di Palmer

Giro 13 Nessuna azione nei confronti di Grosjean e Hulkenberg per il contatto al via
Giro 13 Il vantaggio di Vettel su Hamilton, quarto, è invece di 11.2s
Giro 11 GPV per Vettel, 1:22.255. Kimi è a 3 secondi dal compagno di box, Bottas a 4.8s dal vertice
Giro 10 Vettel è al comando inseguito da Kimi, Bottas, Verstappen, Hamilton, Sainz, Alonso, Perez, Vandoorne e Ocon
Giro 9 Con la strategia a due soste i piloti con le SS dovrebbero passare alle S dopo 23 giri, per passare così nuovamente alla mescola rossa dopo 47 tornate, e proseguire fino alla fine. COn una sola sosta invece, il passaggio alle S dovrebbe avvenire al 33esimo giro

Giro 8 Sotto investigazione anche il contatto al via tra Grosjean e Hulkenberg
Giro 7 Arriva la penalità per Verstappen: 10 secondi da scontare al pit stop

Giro 7 Lotta tra le due Renault, con Palmer che deve difendersi da Hulkenberg
Giro 6 Le posizioni rimangono però invariate. Per ora. Ricordiamo che nel primo giro dopo la ripartenza alle spalle della safety non si può utilizzare il DRS
Giro 6 Lotta subito tra Hamilton e Verstappen. Sainz Alonso Perez e Vandoorne hanno a loro volta cercato subito un varco sull’avversario
Giro 5 La safety car rientrerà a questo giro fanno sapere dalla Direzione Gara
Giro 5 Massa intanto si gode lo spettacolo da casa

Giro 4 Al via c’è stato anche un contatto tra Grosjean e Hulkenberg alla prima curva, con il francese che si appoggia alla monoposto del tedesco e finisce fuori. Contatto di gara però sembrerebbe… Intanto i marshall sono al lavoro per asciugare il tratto in cui Ricciardo è andato in testacoda, spargendo il liquido del radiatore sull’asfalto. Le due Sauber hanno approfittato della safety per passare al cambio gomme e montare le soft nuove
Giro 3 Sotto investigazione l’incidente tra i due della Red Bull. Sono 75 gare, da Singapore 2013, che Ricciardo non alzava bandiera bianca in un GP
Giro 3 Alla partenza Bottas ha mantenuto la posizione mentre le due Red Bull si sono aperte ad ala su Hamilton, scivolato dietro. Verstappen ha frenato lungo toccando il compagno di squadra e forandogli la gomma
Giro 2 Vettel, Kimi, Bottas, Verstappen, Hamilton, Sainz, Alonso, Perez, Vandoorne e Ocon
Giro 1 Safety car! Ricciardo è fermo a bordo pista, qualcuno lo ha toccato, dice via radio. E’ stato Verstappen ma ancora non lo sa
14.03 Partiti! Vettel mantiene la posizione protetto da Kimi che tenta poi di avanzarlo ma rimane secondo. Verstappen si fa subito sotto

14.01 Veloce recap delle gomme: supersoft usata per i primi 9 e Hulkenberg. Supersoft nuova per tutto il resto della griglia, ad eccezione di Kvyat e Di Resta, con la soft nuova
14.00 Semaforo verde! Al via il giro di formazione
13.58 30°C la temperatura dell’aria e 55°C quella dell’asfalto. Più o meno quelle registrate ieri nel corso delle Qualifiche. Importante tenere sotto controllo il degrado termico per la formazione di eventuale blistering
13.56 Gomma rossa, la supersoft, per i primi dieci in griglia di partenza. Qui le mescole a disposizione per la gara

13.54 Pochissimi minuti al via… Nell’attesa vi regaliamo l’ingresso, molto sobrio, di Hamilton oggi in circuito

13.52 Sulla monoposto di Vettel è stato sostituito il blocco idraulico e i relativi elementi, senza però subire penalizzazioni


13.50 Paul Di Resta oggi è al volante della Williams in sostituzione di Felipe Massa. Il pilota britannico non corre in F1 dal 2013, sarà una sfida non da poco per lui, ma ha un tifo decisamente unico dalla sua!

13.45 Quindici minuti al via del GP di Ungheria. Le monoposto sono schierate e i piloti ascoltano l’inno nazionale ungherese in attesa di mettersi al volante


Vota questo articolo:
F1 GP Ungheria: La Gara in Diretta (Live e Foto) 5.00/5 (100.00%) 2 votes

30th luglio, 2017

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento.

Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini